Verona alla settima di fila Cento ferma a 9 la serie no



La notizia (annunciata) della 27a di A-2 il ritorno in Serie A dopo dieci anni della Fortitudo Bologna, che conquista la certezza aritmetica della promozione superando Ferrara nell’anticipo di mezzogiorno. Ora nel girone Est si gioca solo per i playoff e per la salvezza: dalle parti alte della classifica non cambia nulla, viste le vittorie di Treviso, Montegranaro, Verona (settima di fila) e Udine. Invariata anche la parte bassa della zona playoff, dove perdono tutte: Forl, Mantova, Roseto, Ravenna e Imola. I cambiamenti arrivano a fondo classifica: Cento passa a Mantova e aggancia la Bakery Piacenza, che torna sconfitta dalla trasferta in Sardegna. Colpaccio anche di Jesi in quel di Imola, con una gran rimonta nell’ultimo quarto (28-15): decide la tripla di Rayvonte Rice. A Ovest si gioca ancora per la promozione diretta: visto che l’Orlandina riposa, la Virtus Roma (vincente contro Agrigento) ne approfitta per riprendersi la vetta in solitaria. Non mollano Bergamo (tripla doppia di Roderick), Rieti e Treviglio (corsara a Latina). Vincono tutte e tre le piemontesi, mentre in coda Cassino a un passo dalla retrocessione: la prossima giornata potrebbe risultare fatale. il match — Era da nove partite di fila che Cento non conquistava i due punti. In questi mesi la squadra ferrarese ne ha viste di tutti i colori, ma negli ultimi tempi qualcosa cambiato. Il ritorno di James White dal lungo infortunio poteva gi bastare, ma sono stati i contemporanei innesti di Tyshawn Taylor e dell’albanese Taflaj a garantire alla squadra di coach Luca Bechi quella solidit che era mancata a lungo. Nelle ultime giornate il cambio di rotta si era gi intravisto, era mancata la vittoria: a Mantova la svolta. Che Cento fosse affamata di punti, si visto sin dal primo quarto: al 6’ era gi avanti 9-15 e non ha mai smesso di cercare l’allungo: 19-25 al 14’, 30-37 a met gara, con la tripla allo scadere di Taflaj. In una gara combattuta ma non nervosa, Mantova riesce ogni volta a metterci una pezza, pi con iniziative personali che con un convincente gioco collettivo: il sorpasso dei ragazzi di coach Finelli al 27’ pura illusione, perch Benfatto trova il gioco da tre punti che chiude il terzo quarto sul 47-51. Decisivo l’ultimo parziale: due triple di Gasperin (16 punti e 29 di valutazione) lanciano l’allungo di Cento fino al +9, ma gli Stings riescono ancora una volta a recuperare (69 pari, penetrazione di Veideman). In quei momenti serve il go-to-guy e coach Bechi ce l’ha: un 5-0 firmato Taylor (24 alla fine) chiude ogni discorso. il protagonista — A lungo un infortunio lo ha tenuto lontano dal parquet, e la sua assenza coincisa con il periodo pi difficile della sua squadra. rientrato in un gruppo che, nel frattempo, aveva visto novit importanti: Mitchell Poletti e, soprattutto, un fenomeno come Sasha Vujacic. Mattia Udom per non si messo in disparte, ed tornato a macinare la sua pallacanestro fisica ed intensa, che ha sempre fatto le fortune delle squadre in cui ha giocato. Non semplice, la gara interna contro Ravenna: Smith e Hairston sono caldissimi e Verona soffre per oltre tre quarti (51-57 al 30’). Udom – gi protagonista in precedenza – nell’ultimo parziale superlativo, con alcune giocate decisive: su tutte, la rubata e schiacciata del 61-62 e il 4-0 del 67-63. Chiude con 19 punti in 25’, 5/7 da due, 2/3 da tre, 6 rimbalzi, 3 recuperi, 2 assist (28 di valutazione). i top 5 — Mirza Alibegovic (Tortona) 31 punti in 30’, 6/9 da tre, 4/7 da due, 6 rimbalzi, 4 assist (38 di valutazione). Kruize Pinkins (Casale) 21 punti in 33’, 5/8 da due, 11/12 ai liberi, 13 rimbalzi, 7 falli subiti, 5 assist (36 di valutazione). Deshawn Sims (Biella) 29 punti in 30’, 11/13 da due, 2/2 da tre, 8 rimbalzi (30 di valutazione). Lamarshall Corbett (Montegranaro) 33 punti in 38’, 7/11 da due, 4/9 da tre, 8 rimbalzi, 4 assist (39 di valutazione). Anthony Miles (Cagliari) 25 punti in 35’, 8/10 da due, 2/6 da tre, 8 rimbalzi, 7 falli subiti, 5 assist (37 di valutazione). la finale di a-2 — La promozione della Fortitudo Bologna con tre giornate di anticipo solo il primo dei molti verdetti che ci attenderanno nelle prossime settimane, in un campionato che si preannuncia ancora lunghissimo. La formazione di coach Antimo Martino per non andr in vacanza al termine della regular season, nonostante il pass per la Serie A gi in tasca. C’ da assegnare il titolo di “Campione d’Italia Dilettanti Fip”, che vedr scontrarsi le vincenti dei due gironi: in palio non c’ nulla, se non un riconoscimento effimero. Si gioca in due gare: l’andata domenica 28 aprile, il ritorno domenica 5 maggio. La Fortitudo al momento l’unica certa di partecipare e – in base ai calcoli del quoziente-vittorie – avr il vantaggio di giocare la partita di ritorno al PalaDozza. Gara-1 si disputer invece sul parquet della vincitrice del girone Ovest. Chi avr segnato pi punti al termine delle due gare, sar eletto “Campione d’Italia Dilettanti Fip”. RISULTATI E CLASSIFICA A-2 EST – Fortitudo Bo-Ferrara 91-79, Cagliari-Bakery Piacenza 87-73, Imola-Jesi 82-85, Verona-Ravenna 76-68, Assigeco Piacenza-Montegranaro 81-86, Mantova-Cento 72-78, Udine-Forl 84-75, Treviso-Roseto 88-61. La classifica: Fortitudo Bo 48; Treviso, Montegranaro 42; Verona 36; Udine 32; Forl 28; Mantova, Roseto 26; Ravenna, Imola 24; Assigeco Pc 22; Ferrara 20; Cagliari 18; Jesi 16; Bakery Pc 14, Cento 14. RISULTATI E CLASSIFICA A-2 OVEST – Cassino-Bergamo 70-99, Trapani-Biella 85-88, Casale Monferrato-Scafati 102-84, Latina-Treviglio 88-90, Rieti-Eurobasket Roma 71-55, Virtus Roma-Agrigento 91-81, Tortona-Legnano 104-85. Riposa: Orlandina. La classifica: Virtus Roma 36; Orlandina 34; Rieti, Bergamo* 32; Treviglio 30; Casale M., Latina, Agrigento* 28; Biella 26; Trapani, Scafati 24; Eurobasket Roma* 22; Tortona 20; Legnano 10; Virtus Cassino 4. *: una partita in più



Source link