Serbi aggrediti in Croazia E scappano via mare…



Una partita di secondo piano, due squadre di livello modesto. Ma se ci sono di mezzo croati e serbi, si sa che una scintilla pu scatenare un incendio. Cos, la partita di pallanuoto tra Mornar Spalato e Stella Rossa Belgrado non si giocata: parliamo di Regional Liga, ex Lega Adriatica, il torneo a cui partecipano alcuni club dell’ex Jugoslavia. Qualche ora prima dell’incontro, quattro giocatori ospiti vengono aggrediti sul lungomare da un gruppo di teppisti, il portiere Alessandro Kralj per evitare il peggio decide addirittura di tuffarsi in acqua, poi soccorso dai passanti: “Ero choccato”. Il match, naturalmente, non viene disputato. I COMMENTI Riemergono tensioni mai sopite, la Serbia annuncia che avvier una protesta formale, mentre il governo croato condanna l’attacco e chiede una rapida azione legale contro gli aggressori. Intanto, la polizia ha arrestato tre sospetti dell’aggressione: uno di questi era in possesso di una maglia della Stella Rossa. “Spalato una citt che non tollera violenze di alcun tipo”, fa sapere il sindaco Andro Krstulovic Opara. Aggiunge la presidentessa croata Kolinda Grabar-Kitarovic in un tweet: “Il teppismo si oppone agli ideali dello sport e ogni violenza inaccettabile. Ringrazio i cittadini di Spalato che sono subito intervenuti per difendere questi valori “. E il d.g. della Stella Rossa, Igor Milojevic, commenta amaramente: “Pensavo di aver superato certi episodi del passato”. La Serbia oro olimpico ed europeo in carica, la Croazia detiene il titolo mondiale.



Source link