Conegliano regina d’Italia Novara k.o.: è il 2° scudetto



conegliano-novara 3-1 (28-26, 25-21, 22-25, 25-12) — Due anni dopo Conegliano torna a festeggiare il tricolore. Il secondo della propria storia. E lo vincendo un playoff in salita resosi complicato da un finale di regular season difficile che l’aveva relegata al 3 posto. Prima la semifinale su Scandicci e poi la finale su Novara, entrambe sovvertendo il fattore campo. E in gara-4 la cavalcata finale. L’avvio di Novara che in partenza rinuncia Plak a cui preferita Enright mentre ha Skorupa in campo nonostante una contrattura all’anca.

E l’Igor prova a mettere paura a Conegliano con Egonu subito coinvolta ma l’Imoco non si scompone mette la testa avanti sul 9-8 (punto spettacolare di Fabris dopo 3 recuperi di Danesi e Wolosz) e piazzando un parziale di 8-2 (dal 7-8 Novara al 15-10 Imoco) vede il traguardo del 1 set. Un paio di errori di Fabris e un muro di Chirichella su Bricio rimettono le cose in parit sul traguardo (22-22). Novara si brucia due set point – annullati da Fabris (parzial mostruoso con 10 punti di cui l’ace del 26-25) -, Conegliano chiude il set al 2 tentativo, errore di Egonu. Nel 2 set la musica non cambia.

Novara scatta meglio dai blocchi e allunga decisa fino al 10-6 ma l’entusiasmo dell’Imoco spinta dal pubblico del palaVerde (4 sold out stagionale) non si spegne e punto su punto recupera il distacco fino al sorpasso targato Fabris per il 17-16. E il finale di set tutto dell’opposta croata (8 punti all’80% nel parziale) che porta a 3 set point. Basta il primo, con l’errore di Egonu, per andare a un set dal tricolore. Il 3 set ancora una volta una lunga rimonta di Conegliano che sotto 12-18 alza i giri del motore, chiude ogni spazio a muro e in difesa – stellare De Gennaro – e arriva fino al 20-21. Ma questa volta Novara a sprintare con Egonu. La festa rimandata di qualche minuto perch nel 4 le pantere graffiano dall’avvio e non danno scampo alla rimonta di Novara.



Source link